Tecniche

Corso make-up effetti speciali: intervista a Camilla Brutti

Ventuno anni e le idee già chiare. Camilla Brutti ha deciso che il mondo del trucco sarebbe diventato il suo futuro in seconda liceo, quando le hanno fatto la famosa domanda «Cosa vuoi fare da grande?» e lei, senza avere alcun dubbio, ha risposto «La make-up artist!». «Quello che volevo e voglio fare – racconta – è far vedere la bellezza alle persone, farle sentire ancora più belle». Leggi la storia di Camilla Brutti e del corso make-up effetti speciali.

Dopo il diploma, Camilla capisce che la strada è tracciata e che è ora di fare il grande salto. La destinazione? L’accademia MUD di Roma dove frequenta il livello 1 e 2 e poi il corso make-up di effetti speciali che, per lei, è una vera svolta. «Sono sempre stata affascinata dal mondo del cinema. Strano a dirsi, non amo gli horror che fanno grande ricorso agli effetti speciali. Tuttavia, sono una persona molto curiosa e tutto quello che ha a che fare con la trasformazione sul set mi ha sempre affascinato».

Camilla brutti e il corso effetti speciali

Camilla ha terminato la sua formazione lo scorso maggio. «Grazie a questo percorso sono riuscita a fare delle cose pazzesche! Il corso, che ha una impostazione diversa dagli altri, dura 10 giorni ed è super intensivo; ogni giorno si impara qualcosa di diverso! ». Kit dell’alunno in mano, in Accademia MUD gli studenti imparano a ricreare dei lividi o dei tagli di diverso tipo con il sangue finto fino ai colpi di proiettile. «Gli insegnanti MUD – continua Camilla – ci hanno addirittura spiegato che differenza c’è tra un foro e un altro in base al tipo di arma usata». Ogni corso termina con una prova sul campo che rende tutto ancora più simile al contesto lavorativo.

«Abbiamo simulato un incidente stradale realizzando una serie di ferite e spiegando come erano state create e perché si era formato quel tipo di taglio». Altro tema molto interessante del corso make-up di effetti speciali è l’invecchiamento. Lo studente impara a rendere un viso meno giovane di 10, 20 o anche 30 anni utilizzando il trucco. Infine, una delle tappe più difficili: la creazione delle protesi. Il corso termina con un esame finale che è un po’ la summa del tutto: «Ogni studente è accompagnato da una modella o da un modello sui quali ripropone tutto quanto appreso durante i 10 giorni di corso».

Corso make-up di MUD: perché farlo

«L’Accademia MUD è l’unica a offrire una percorso strutturato in questo modo – conclude la make-up artist -. Uno dei punti di forza è la qualità e l’esperienza degli insegnanti che hanno imparato sul campo. Abbiamo appreso molto da loro anche se, come sempre, a fare la differenza è la nostra passione e la nostra motivazione. Il mio futuro? Sarà lavorare in questo settore, anche se questo significa andare all’estero. In ogni caso, grazie all’Accademia, è ora per me più facile trovare sbocchi lavorativi come make-up artist». In bocca al lupo!

Vuoi avere più informazioni sul percorso formativo proposto da MUD per diventare make-up artist professionista? Contatta l’accademia via mail all’indirizzo: info@muditaly.com o al numero di telefono 02 36 59 89 68 (Milano) e 06 45 76 31 32 (Roma).