Tecniche

Tecnica del Contouring: i PRIMA e DOPO dei nostri studenti MUD!

L’obiettivo della tecnica del contouring è creare tridimensionalità: è la prima regola che gli studenti di MUD apprendono durante i corsi make-up in accademia. Abbiamo chiesto a Maria Grazia Arcese, make-up artist freelance ed ex studente dell’Accademia MUD di spiegarci come realizzarla (e farci vedere come il contouring può davvero fare la differenza tra prima e dopo!).

Tecnica del Contouring: a cosa serve

Il contouring serve a dare luce al volto valorizzando i volumi tramite la tecnica del chiaro scuro. Le ombre (realizzate con prodotti ad hoc) sono utilizzate per camuffare e “correggere”, mentre il chiaro porta in evidenza i punti del viso su cui si concentra l’attenzione come il centro della fronte, l’arcata sopraccigliare, il dorso del naso e la parte più alta degli zigomi. La tecnica del contouring varia in base alla forma del viso e, quindi, va modificata e personalizzata tenendo conto degli eventuali piccoli difetti che abbiamo sul volto. Per esempio, può essere utile applicare la parte scura sulla fronte per minimizzare un’attaccatura troppo alta, oppure lungo la mandibola per camuffare il doppio mento, infine ai lati del setto nasale quando vogliamo allungare e rimodellare il naso. Insomma, giocando al meglio con le ombre e con la luce, si possono valorizzare i lineamenti ottenendo esattamente il risultato desiderato!

Tecnica del Contouring: i prodotti e i pennelli utilizzati

Per fare il contouring i make-up artist dell’accademia MUD utilizzano prodotti in crema o in polvere. Scegli quelli in crema, se hai la pelle secca (e applicali prima di utilizzare la cipria). I prodotti in polvere, invece, sono perfetti per le pelli più grasse. Infine, un ruolo importante spetta ai pennelli. Per il contouring scuro lungo lo zigomo, si usa un pennello angolato molto comodo per creare l’effetto ombra che segue la curva naturale del volto. Per l’illuminante, invece, si preferisce un pennello piatto, soprattutto quando si vuole un finish molto intenso. Desideri un effetto più sfumato? Il pennello che fa per te è il buffer che regala un risultato molto naturale.

La tecnica step by step

Passiamo, ora, alla parte più tecnica. Ecco, step by step, i consigli della make-up artist. Parti sempre dalle luci e poi passa alle ombre. Inizia dagli zigomi applicando la polvere più scura nella parte più vicina all’orecchio e poi procedi sfumando verso il centro del volto. L’importante è non superare mai l’angolo esterno dell’occhio per non creare un effetto di “guancia scavata”. Da lì, poi, scendi verso la mandibola per enfatizzare la linea del viso. Se vuoi “nascondere” il doppio mento, parti dalla linea della mandibola e sfuma verso l’alto. Passando alla fronte, applica l’ombreggiatura ai lati esterni, senza scendere troppo per non rimpicciolirla e sfumando perfettamente lungo l’attaccatura dei capelli. Per quanto riguarda il naso, invece, in genere si procede sfumando i bordi e seguendo la forma naturale ma, se è stretto, è meglio saltare questo passaggio. Puoi illuminarlo, invece, sul dorso e sulla punta, se non è troppo accentuata.

Tecnica del Contouring: gli errori da evitare

Pochi ma fondamentali gli errori da evitare quando si realizza un contouring. Per prima cosa, non farlo troppo marcato: più è sfumato, migliore sarà il risultato finale. Rispetta sempre i volumi del viso: applica i prodotti seguendo le esigenze del volto, non le tendenze del momento. Infine, attenzione a dosare la quantità di prodotto: è sempre più facile aggiungere che togliere!